Sono scattati questa mattina i controlli in zona Vaticano per l’avvistamento di un drone sospetto. Gli accertamenti sono iniziati alle 6 quando, a seguito di alcune segnalazioni, è stato notato mentre sorvolava corso Rinascimento, nel centro di Roma. Alla luce della ‘no fly zone’, attiva in Vaticano per motivi di sicurezza, sono subito state attiviate le misure antiterrorismo e verifiche congiunte anche con l’ausilio di un elicottero. Le forze dell’ordine hanno fatto sapere che si è trattato di un falso allarme.

Il drone, che solo in seguito si è rivelato essere di tipo commerciale, è poi atterrato in un piccolo quadrilatero compreso tra Borgo Pio, Borgo Angelico, Porta Angelica e via del Mascherino, a pochi metri da piazza San Pietro. Al momento non è stato trovato. Secondo quanto si apprende, la presenza del drone era stata notata fin da venerdì. Ad occuparsi delle sicurezza nella zona del Vaticano sono le forze dell’ordine italiane che si aggiungono alla Gendarmeria vaticana.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti sgomberati, dalle piazze di Livorno alle botte a Landini: tutti i “caricate” del funzionario di Roma

prev
Articolo Successivo

Migranti a Roma, l’attrice africana attacca la Raggi: “Troppo comodo essere altrove. In altri 4 anni cosa dobbiamo aspettarci?”

next