Stava salendo sulla Via Rizzi, un percorso tra i meno noti dell’area del gruppo del Monte Sella in Alto Adige, che parte da quota 2.300 metri. Ma mentre affrontava un passaggio piuttosto difficoltoso, un alpinista bolzanino di 26 anni ha perso il contatto con la parete, cadendo per una settantina di metri, ed è morto. Gravemente ferito anche il suo compagno di escursione, 27enne di Bolzano, che è stato anche lui trascinato in basso. Lo sportivo è stato sbalzato per pochi metri ed è perciò sopravvissuto. È stato soccorso con un elicottero della Protezione civile ed è stato ricoverato all’ospedale di Bolzano, dove i sanitari lo hanno accolto in gravissime condizioni. Altri due incidenti sono avvenuti in giornata sui monti dell’Alto Adige, complice una giornata bellissima che ha invitato molti a compiere un escursione. In entrambi i casi sono rimasti feriti abbastanza seriamente dei tredicenni: sul Sassolungo un ragazzino è scivolato cadendo per una ventina di metri, mentre un ragazzino austriaco si è ferito gravemente in una caduta con il rampichino.

(Foto tratta da Google Maps)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, l’appello per salvare il sistema accoglienza di Riace. Sindaco: “Lascio se non confermano il sostegno finanziario”

next
Articolo Successivo

Marina di Pietrasanta, auto arriva sulla spiaggia: conducente rischia il linciaggio

next