“Questo codice ha fatto scelte coraggiose che purtroppo abbiamo visto solo in parte applicate“. Lo ha detto il presidente dell’Anac Raffaele Cantone, intervenendo al convegno ‘Da mani pulite a Cantone: il valore delle regole’, organizzato a Palazzo Giustiniani. “Grasso e Boschi non lo possono dire – sottolinea Cantone – e allora lo dico io: c’è stata una sorta di boicottaggio di questo codice da parte di pezzi dell’amministrazione. C’è stato un approccio a questo codice davvero scarsamente giustificato. Abbiamo visto, ad esempio, che c’è stata una riduzione degli appalti pubblici, che per fortuna ora si è attenuata”. La giustificazione che viene spesso presentata, spiega Cantone “è che si tratterebbe di un codice davvero complicato. Ma non è vero, basti considerare – conclude – i meccanismi di semplificazione enormi per i lavori sotto soglia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cpl Concordia, prosciolti a Roma l’ex presidente Casari e un ufficiale della Finanza: “Contestazioni insussistenti”

next
Articolo Successivo

Fondi Expo al tribunale di Milano, Cantone chiede spiegazioni

next