Sul tema dello Ius soli l’unica cosa che posso dire è che ci stiamo abituando a frasi, esternazioni violente e che includono concetti razzisti. Penso che in questo momento drammatico per il Paese e per chi fugge da guerre e carestie, ci sia bisogno di confrontarsi in maniera civile per trovare una soluzione realmente percorribile.

Gli italiani sono in sofferenza, manca il lavoro, soprattutto fra i giovani e nel sud non possiamo accettare che si attribuiscano ai rifugiati le colpe di tutto questo. Allo stesso tempo credo che ci si debbano dare delle regole più efficaci per evitare che diventi una guerra tra poveri.

Non sono un politico e mi limito a dire quello che penso, e questo può far discutere, arrabbiare, anche il sottoscritto, ma penso sia utile e mi auguro costruttivo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giornata internazionale del rifugiato, Mattarella: “L’Italia non sia ostile e indifferente verso le vittime di tragedie”

next
Articolo Successivo

Russia, Strasburgo boccia la legge sulla propaganda gay. Il Cremlino: “Faremo ricorso”

next