Una macchia di sangue sull’asfalto in via Beatrice Cenci, nel quartiere Trastevere di Roma, che secondo alcuni stranieri sarebbe quello di un ambulante senegalese che stava cercando di sfuggire da un controllo dei vigili urbani. Il vicecomandante Antonio Di Maggio spiega la versione della polizia locale

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Migranti, Zuccaro: “Sospetti su finanziamenti Ong più recenti, ma non ho prove”. Poi niente domande

prev
Articolo Successivo

Ong e scafisti, non è razzismo chiedere chiarezza sui loro rapporti

next