“Le dichiarazioni del ministro della Giustizia Andrea Orlando sul lavoro del procuratore di Catania sono vergognose. Noi, da stamattina, siamo a lavoro per una modifica alle leggi italiane per usare le intercettazioni in modo da poter aprire il processo”. Così il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, a margine di un convegno del Movimento 5 stelle sui modelli di sviluppo economico, torna sulla vicenda delle Ong e dei migranti. “A me sembra che le dichiarazioni del procuratore di Catania lancino un allarme gravissimo“, sottolinea Di Maio rivolgendo un appello alle politiche, “maggioranza e governo compresi”, per sostenere la proposta di modifica legislativa: “Noi comunque – dice – andremo fino in fondo anche a livello europeo”. Un invito rivolto tra l’altro alle stesse Ong: “Quelle che non sono coinvolte – conclude l’esponente 5stelle – ci diano una mano per fare chiarezza”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, la Procura smentisce Repubblica: “Nessun indagato per il dossier anti-De Vito”

next
Articolo Successivo

M5s Genova, Cassimatis rinuncia a battaglia legale e presenta lista indipendente: “Accordo con Grillo? Querelo chi lo dice”

next