Alessia Cinquegrana, ex miss Trans che ha ottenuto l’attribuzione del sesso femminile e il riconoscimento del nuovo status senza passare per l’intervento chirurgico, si è sposata al municipio di Aversa, in provincia di Caserta, con il compagno Michele Picone. Una folla di parenti, curiosi e giornalisti ha prima atteso la coppia davanti al Comune, per poi affollare l’aula consiliare dove si è svolto il rito civile. Assenti il padre naturale di Alessia e i genitori del compagno. Pochi minuti per leggere gli articoli del codice civile sui diritti e i doveri dei coniugi, quindi il fatidico “” da parte di entrambi, e qualche minuto prima delle 17, il rito si è concluso tra gli applausi delle decine di persone presenti. “Sono felicissima, non mi aspettavo questa accoglienza da star”. La coppia ha poi aggiunto che è sua intenzione “adottare una bambina“.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, assolto l’attivista Felix Croft: “Ho fatto una cosa normale, non possiamo vivere senza aiutare chi ci sta vicino”

next
Articolo Successivo

Palermo, studente marocchino con problemi psichiatrici rischia l’espulsione. Le proteste: ‘S. libero, decreto illegittimo’

next