Centinaia di persone si sono ritrovate nella chiesa di Ospital Monacale, frazione di Argenta (Ferrara), per l’ultimo saluto a Valerio Verri, la guardia ecologica volontaria uccisa a 62 anni dal ricercato Norbert Feher, ormai noto come Igor Vaclavic. La cerimonia funebre è durata circa mezz’ora. All’uscita della salma, seguita dalla moglie e dai figli della vittima, un lungo silenzio, interrotto da un applauso quando il feretro è stato portato via in auto. Il suo collega di pattuglia, la guardia provinciale Marco Ravaglia, è stato ferito ed è ricoverato con prognosi riservata all’ospedale Bufalini di Cesena. Il latitante è accusato anche dell’omicidio di Davide Fabbri, barista di Budrio. “Deponi le armi e costituisciti” è stato l’appello lanciato da Massimo Manservisi, vicario del vescovo di Ferrara.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il Giubileo della Misericordia è finito ma i lavori per opere pubbliche non sono mai partiti. Centinaia di offerte da esaminare

next
Articolo Successivo

Roma, scritte di Azione Frontale contro i negozi degli stranieri a Tor Bella Monaca: “Boicottali, aiuta il tuo popolo”

next