Il fatto è accaduto sul volo 3411 del 9 aprile della United Airlines, che copre la tratta Chicago – Louisville. Il volo era risultato overbooked. Così la compagnia aveva chiesto ai passeggeri se ci fossero quattro persone disposte cedere il loro posto ad altrettanti membri dello staff, i quali dovevano prendere assolutamente delle coincidenze nell’aeroporto di arrivo. Per incentivare i suoi viaggiatori, la compagnia americana aveva predisposto un rimborso di 800 dollari e l’alloggio pagato in un albergo della zona, poiché il primo volo utile sarebbe stato il giorno successivo. Nessuno dei passeggeri però si era fatto avanti e così si era passati al sorteggio computerizzato. Tre dei quattro nomi sorteggiati avevano poi abbandonato l’aereo senza fare troppe storie. Tranne uno. Come si vede dalle immagini video, un uomo di origine asiatiche, che ha affermato di essere un dottore e di dover visitare dei pazienti il giorno seguente, si oppone con tutte le sue forze. Gli uomini della sicurezza lo rimuovono di peso dal suo sedile, trascinandolo poi per il corridoio. Lo staff della United Airlines è stato molto criticato dagli altri passeggeri per la brutalità con cui ha eseguito questa operazione. Tyler Bridge, uno degli autori del video dove si sentono le urla del poveretto, commenta su Twitter con queste parole “Non è certo la maniera più corretta di trattare un medico che sta cercando di andare a lavoro”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lucca, corteo anti-G7 prova a forzare la zona rossa. Cariche e scontri con la polizia

prev
Articolo Successivo

Atac Roma, Raggi annunciò 150 nuovi autobus ma 40 non sono ancora in circolazione: “Arriveranno entro aprile”

next