“La vita non vale la pena di essere vissuta. Abbiamo sbagliato”. Parole contenute nelle lettere trovate nell’auto dove due persone, un uomo e una donna, hanno deciso di suicidarsi. I due, una ex coppia con alle spalle un passato di droga, sono stati ritrovati all’interno dell’abitacolo di una Daewoo a Mellana, al confine tra Cuneo e Boves. Secondo le ricostruzioni della polizia, i due – 33 anni lui e 35 lei – si sono uccisi con i gas di scarico dell’automobile. Vicino a loro, alcune lettere indirizzate ai famigliari per spiegare le ragioni del gesto e chiedere scusa.

La loro Daewoo era parcheggiata nel parco fluviale, una zona molto frequentata specialmente dagli appassionati di jogging o da chi ama camminare. Un passante ha notato che la vettura, dopo un’ora, aveva ancora il motore acceso. A quel punto ha chiamato il 112. Sul posto sono intervenuti polizia, vigili del fuoco e sanitari, ma ogni tentativo di rianimare le vittime è stato inutile.

Inequivocabili i messaggi trovati all’interno dell’abitacolo, scritti con una grafia incerta e malferma. Insieme, da giovani, l’esperienza della droga, dalla quale la ragazza aveva tentato di uscire facendosi una vita nuova con un altro uomo, da cui aveva avuto anche un figlio. Negli ultimi tempi, secondo quanto appreso, la coppia si era di nuovo avvicinata, sino al tragico gesto di lunedì pomeriggio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lucca, i manifestanti anti-G7: “Interventismo Usa? Non difende innocenti, crea solo morti dalla Siria a Parigi”

next
Articolo Successivo

Moby Prince, Lai (Pd): “Niente fa paura a questa commissione d’inchiesta e niente la potrà fermare. L’equipaggio? Eroico”

next