Un aereo con 141 passeggeri a bordo è uscito di pista ed ha preso fuoco in fase di atterraggio all’aeroporto di Jauja, in Perù. Alcune persone sono rimaste ferite in maniera non grave. Nel dare notizia dell’incidente, la Peruvian Airlines, proprietaria del Boeing 737-300, ha riferito che l’aereo “ha svoltato sul lato destro, uscendo di pista” ma non ha fatto riferimento alle cause che hanno provocato l’incidente. “L’abilità del pilota e la professionalità dell’equipaggio in cabina hanno permesso di evitare un esito più grave”, è stato sottolineato dalla compagnia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mosul e Westminster, le vittime collaterali di una guerra irrazionale

next
Articolo Successivo

Migranti, 14 attivisti bloccano l’aeroporto di Stansted: “No ai rimpatri forzati”

next