Ivan Cicconi, ingegnere esperto di infrastrutture e di appalti pubblici, è morto nella notte a Fermo. È stato blogger e collaboratore del Fatto Quotidiano il titolo del suo ultimo lavoro, pubblicato a puntate dal nostro sito è Il libro nero dell’alta velocità. È stato direttore dell’Associazione Nazionale Itaca, Istituto per la Trasparenza degli Appalti e la Compatibilità Ambientale, organo tecnico della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province autonome. Dal 2010 è stato consulente della Comunità Montana Valdisusa-Valsangone per il progetto TAV/TAC Torino-Lione. Dal 2013 è stato Membro del Comitato regionale per la trasparenza degli appalti e la sicurezza nei cantieri della Regione Lombardia. Tanti i messaggi di cordoglio sulla sua bacheca Facebook. Tra i tanti che hanno voluto esprimere cordoglio per la sua morte anche l’ex segretario del Pd Pier Luigi Bersani: “Caro Ivan, non riesco a crederci. Ricordo la strada che abbiamo fatto insieme da Quasco a Itaca. Sei stato uno davvero perbene. Ciao”. La redazione abbraccia i suoi famigliari.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Stadio della Roma, un progetto discutibile e un regalo ai privati

prev
Articolo Successivo

Carnevale di Venezia, volo dell’angelo baciato dal sole in una piazza San Marco gremita

next