Complice una bella giornata, in 115 mila, soprattutto maschere, si sono accalcati, fin dal mattino, in piazza San Marco a Venezia per non perdersi il ‘volo dell’Angelo’ che ha fatto entrare nel vivo il Carnevale. Sono stati 5 interminabili minuti, sotto una pioggia di coriandoli, per Claudia Marchiori, fasciata da uno splendido vestito arancio e ciclamino firmato dallo stilista Stefano Nicolao, nella sua discesa sulle note di Wicked Game di Chris Isaak. “Un’emozione fantastica, unica, irripetibile” ha detto l’Angelo della Serenissima appena atterrata sul palcoscenico ricevuta, com’è di dovere, dal Doge e dalle 12 Marie del Carnevale 2017.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Addio a Ivan Cicconi, collaboratore e blogger del Fatto Quotidiano. Bersani: “Sei stato uno perbene”

prev
Articolo Successivo

Ivan Cicconi, il coraggio dell’ingegnere comunista

next