Rissa sfiorata tra il capitano della Lazio, Lucas Biglia, e un tifoso che, al termine della partita persa dai biancocelesti con il Chievo all’Olimpico, ha avvicinato il calciatore in prossimità della recinzione della tribuna Monte Mario dello stadio, insultandolo e sputandogli contro. Il capitano della Lazio, furioso, è stato trattenuto a forza, mentre dagli spalti il compagno Mamadou Tounkara è stato fermato dalle forze dell’ordine in borghese dopo essersi scagliato contro il tifoso per proteggere la moglie del calciatore argentino che si trovava in quel settore di stadio. Tounkara successivamente ha chiesto scusa sul suo profilo Instagram: “Scusatemi, non voglio che sia frainteso il mio gesto. Io sono il primo tifoso, il primo laziale, il primo a sostenere la mia squadra, solo che vedendo simili gesti (come sputare al nostro capitano) non riuscivo quasi a credere che un sostenitore potesse arrivare a tanto. Chiedo scusa in primis al tifoso e a tutta la mia Lazio. Sempre forza Lazio”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Diritti tv, Antitrust boccia le linee guida della Lega Serie A per l’assegnazione 2018-2021

prev
Articolo Successivo

Ten Talking Points, a ogni cosa la sua nemesi: per la Roma è la Sampdoria come per la democrazia è Trump

next