Tensione alle stelle durante un dibattito televisivo in Russia sul diritto di voto. Un giornalista polacco, Tomasz Maciejczuk, ha scatenato la rabbia in studio sul tema degli stipendi medi in Russia, quando il giornalista ha sottolineato che i lavoratori russi guadagnano meno rispetto ai loro omologhi in Romania e Lettonia. A questo punto Maciejczuk pronuncia la frase incriminata: “Gli ucraini vogliono vivere come persone normali non nella merda come voi!”. Il moderatore in studio gli getta un foglio di carta in faccia: “Sei tu che vivi nella merda! Gli ospiti lo invitano a lasciare lo studio ma la rissa verbale continua fino a quando l’ex deputato ucraino Ihor Markov gli sferra un pugno interrompendo il dibattito che verrà completamente censurato. Ma la rete televisiva TV Center ha comunque pubblicato il video sul suo canale YouTube

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Populismo o utopia? Cosa ci insegna la vittoria di Trump e dell’antipolitica tutta

prev
Articolo Successivo

Pamela Canzonieri, confessa l’omicidio della 39enne italiana l’uomo arrestato: “Si è rifiutata di baciarmi e l’ho uccisa”

next