Quarantacinque persone in manette nell’ambito di una operazione della polizia per il contrasto del traffico di droga internazionale. Gli agenti della squadra mobile di Milano, la cui indagine, soprannominata ‘Rubens‘, è iniziata nel novembre 2013, hanno scoperto un gruppo, composto in prevalenza da italiani e sudamericani, attivo nell’importazione e nello spaccio di droga a Milano. L’organizzazione si riforniva importando la cocaina dal Perù e dall’Olanda, mentre la marijuana proveniva dall’Albania.

Le indagini hanno ricostruito che i cittadini italiani si occupava dello smercio delle sostanze stupefacenti nei comuni a nord di Milano, mentre il gruppo di cittadini sudamericani portava avanti gli affari nelle zone cittadine di via Padova e Villa San Giovanni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vaccini, in Emilia Romagna obbligatori per poter iscrivere i bambini all’asilo nido

prev
Articolo Successivo

Meningite, fuori pericolo bambino di 8 anni ricoverato a Firenze. In Toscana il ceppo C ha colpito 58 persone in due anni

next