L’attacco di Grillo contro Fazio? Sono assolutamente d’accordo con lui. Persone come Fazio sono pagate per stare al servizio della gente, non dei partiti. Altrimenti, si dimettano dalla Rai e si facciano assumere in una società di qualche amico di Renzi“. Sono le parole pronunciate ai microfoni di Ecg Regione (Radio Cusano Campus) dalla deputata del M5S, Carla Ruocco, che spiega: “Ora i cittadini stanno pagando col loro canone un qualcosa che è al servizio dei partiti. Coloro che vogliono fare questo devono andare fuori dalla Rai e trovarsi un lavoro nel settore privato. La tv di Stato purtroppo è un grandissimo problema e non da ora, è stata utilizzata e strumentalizzata come tanti pezzi dello Stato per fare politica e non per informare i cittadini italiani”. E aggiunge: “Ora i contribuenti pagano anche il canone in bolletta da quest’anno. Quindi, anche chi non dovesse avere una televisione comunque deve pagare il canone salvo disdetta, accollandosi personalmente un ulteriore onere. Questo è gravissimo, soprattutto perché la tv di Stato non è appannaggio dei cittadini, ma della politica. Stiamo pagando un ulteriore contributo per la campagna elettorale di Renzi in bolletta elettrica“. La parlamentare pentastellata si esprime anche sul caso delle firme false a Palermo: “Ci sono stati degli errori. Il M5S allontana le persone che commettono delle irregolarità. Dono state chieste delle sospensioni. Andremo avanti per vederci chiaro e per allontanare le persone che hanno sbagliato e che hanno commesso delle irregolarità. Gli altri partiti politici, invece, li tengono dentro, li fanno crescere, li fanno sviluppare e gli fanno pure cambiare la Costituzione

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Referendum, Di Maio (M5s): “Renzi? Togliere voto ai cittadini fa parte della sua storia”

prev
Articolo Successivo

Rai, Gasparri: “Fico del M5s? Vigilante dormiente, incapace e connivente con Renzi. Un tappetino”

next