“Pensate che chi gridava ‘onestà’, ‘onestà” ora ha solo cambiato due lettere e dice omertà, omertà e si ritrova a difendere le loro firme false”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi al seminario di formazione politica organizzato da Ap al Senato riferendosi alle ultime vicende che stanno interessando il M5S a Palermo , dove tra eletti e attivisti sono indagate otto persone (Noemi La Barbera/alaNEWS)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, consigliere di Cesenatico si dimette per il primo dei non eletti: “Così rispettiamo l’alternanza”

next
Articolo Successivo

Parisi: “Cantone una delle più grandi iatture del Paese. Chi è questo signore?”. La replica: “Legga norme e curriculum”

next