Il direttore dell’Intelligence Community, organo federativo che racchiude 17 agenzie e organizzazioni del governo federale degli Stati Uniti, James Clapper ha dato le dimissioni. Si tratta delle prime dimissioni di un alto dirigente dell’amministrazione Obama dopo l’elezione di Donald Trump. “Ho sottoposto la mia lettera di dimissioni ieri sera, ho ancora 64 giorni”, ha detto Clapper durante un’audizione davanti alla commissione intelligence del Congresso, lasciando intendere quindi che resterà in carica sino alla fine dell’amministrazione Obama.

Le dimissioni dei vertici delle agenzie federali dell’amministrazione uscente sono una prassi dopo l’elezione presidenziale, in un’ottica di rinnovamento degli incarichi, soprattutto quando si tratta di un rapporto fiduciario per ruoli delicati, come quelli legati all’intelligence. Nessun segnale finora da altri alti dirigenti, come il direttore dell’Fbi James Comey, criticato prima dai repubblicani e poi dai democratici per la gestione delle indagini su Hillary Clinton per l’Emailgate.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Usa, bambini contro presidente Obama per fonti fossili: giudice riconosce diritto a minori di una Ong a fare causa

next
Articolo Successivo

Aleppo, un bambino viene estratto (orfano) dalle macerie dopo i bombardamenti. Colpito ospedale pediatrico

next