Un video mostra il momento in cui le ‘Forze democratiche siriane’ (Syrian Democratic Forces, Sdf) fanno esplodere un’autobomba dell’Isis diretta verso il loro appostamento a nord di Raqqa. L’Sdf è una coalizione multietnica e multireligiosa appoggiata da Usa, Francia e altre nazioni occidentali formata principalmente da donne e uomini curdi dell’Ypg , che il 5 novembre scorso ha lanciato l’operazione “Ira dell’Eufrate”. Nel filmato, pubblicato dal canale Youtube ‘Raqqa Campaign’, si sentono delle voci parlare in arabo e una in particolare in francese che esorta a preparare velocemente il ‘Milan’, acronimo per ‘Missile d´Infanterie Léger ANtichar’. Un missile anticarro di produzione franco-tedesca con cui è stato neutralizzato il kamikaze. La voce e il missile, due particolari che fanno pensare che ad abbattere l’autobomba sia stato un soldato delle forze speciali francesi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Russia, Mosca si ritira dalla Corte penale internazionale: “Non è indipendente”

next
Articolo Successivo

Cile, la comunista Vallejo: ‘Troppo costoso iscrivere mia figlia all’asilo’. E la destra la attacca sullo stipendio da deputata

next