“C’è una somiglianza tra i progetti di Licio Gelli e l’attuale riforma di Renzi“. Così Aldo Giannuli, storico dell’università Statale di Milano e autore del libro ‘Da Renzi a Gelli (passando per Berlusconi)‘, convinto che ci siano diversi punti di contatto tra le idee del maestro venerabile della P2 e quelle dell’attuale presidente del Consiglio. “Sono progetti di natura elitaria e le somiglianze sono tante – afferma Giannuli – Ce ne sono di merito come la filosofia politica governista ed esecutivista nella diminuzione di peso della rappresentanza al momento della decisione. Ma soprattutto c’è una somiglianza di metodo: per 70 anni abbiamo avuto una Costituzione di garanzia. Con le proposte di Gelli e ora con quella di Renzi non siamo più di fronte a un patto tra le varie forze perché c’è un solo soggetto: è una Costituzione impositiva”. Ma lo storico parla anche delle differenze tra le proposte della P2 e l’attuale riforma: “I contesti ovviamente sono diversi. Quello di Gelli era il mondo del bipolarismo e tutto era in funzione del contrasto all’Unione Sovietica. Adesso c’è un problema di difesa del sistema di potere incentrato intorno alla finanza e a Wall Street”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum, il Sì fa miracoli: dopo tanti veleni, ora Crisafulli e Faraone sono amici. E la campagna acquisti Pd continua

next
Articolo Successivo

Referendum costituzionale, il Pd: “Anpi in piazza con Forza Nuova”. Ma erano due presidi diversi (e distanti)

next