Sul canale youtube di Riese45 una delle ultime interviste a Tina Anselmi in tema di Resistenza. “Tina è una ragazza di 17 anni quando vede un gruppo di giovani partigiani impiccati dai nazifascisti: decide così di prender parte attivamente alla Resistenza e di diventare staffetta della brigata Cesare Battisti, al comando di Gino Sartor, operante nella Castellana. Tina, nome di battaglia Gabriella, qualche anno più tardi sarà la prima donna nella storia d’Italia a ricoprire il ruolo di ministro, e una delle donne più importanti della storia politica italiana”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Terremoto, Renzi: “Ricostruiremo tutto, anche chiese e attività”

prev
Articolo Successivo

Tina Anselmi, morta la “Tina vagante” della Dc. Dalla riforma sanitaria alla firma della 194. Contro le pressioni vaticane

next