Continua la battaglia delle forze irachene contro l’Is per la riconquista di Mosul, la città del nord dell’Iraq da dove due anni fa Abu Bakr al-Baghdadi si è autoproclamato “califfo”. L’offensiva è stata lanciata lunedì scorso, con l’appoggio degli Usa, e vede schierati in prima linea l’esercito regolare iracheno, le milizie alleate e i combattenti curdi peshmerga.
L’emittente curda Rudaw riferisce stamani di nuovi scontri tra i peshmerga e i jihadisti dell’Is nei pressi di Bashiqa, dopo che ieri un portavoce dei combattenti curdi ha annunciato che la località è sotto il loro “pieno controllo”. Un comandante dei peshmerga, il tenente Said Hazhar, ha confermato a Rudaw che stamani i combattenti curdi hanno “accerchiato Bashiqa” e “stanno scavando trincee prima di lanciare l’assalto”. Secondo Hazhar, i peshmerga non sono entrati a Bashiqa, a differenza di quanto sostenuto in precedenza dal portavoce Halgurd Hikmat che aveva annunciato come la località fosse sotto il “completo controllo” dei combattenti curdi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bahrein, vietato criticare l’intervento militare saudita in Yemen

next
Articolo Successivo

Iraq, in prima linea con i guerriglieri peshmerga: “Accerchiata Bashiqa”

next