Cittadini chiamati a raccolta per sostenere il No al referendum costituzionale proprio mentre il premier Matteo Renzi arriverà in città. Succede a Palermo dove l’associazione “Liberi cittadini per la Costituzione” ha organizzato un evento per discutere della riforma voluta da Maria Elena Boschi. E tra i presenti ci sarà anche Antonino Di Matteo, il pm della Trattativa Stato-mafia, recentemente vittima di nuove minacce di morte, dopo che il pentito Vito Galatolo aveva raccontato di come Matteo Messina Denaro in persona avesse ordinato di assassinarlo.

“Voleva essere un momento di riflessione collettiva sulla Costituzione con importanti ospiti ma sta diventando anche un’occasione per questa città di abbracciare tutti insieme Nino Di Matteo e gli agenti della sua scorta”, dice Simone Cappellani, tra gli organizzatori dell’evento, previsto per le ore 21 di venerdì 21 ottobre a Villa Filippina. Oltre al pm del processo sulla Trattativa Stato-mafia è atteso anche Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato in via d’Amelio e leader delle Agende Rosse, Giulia Sarti, deputata del Movimento 5 Stelle e componente della commissione parlamentare antimafia, ma anche diversi interventi di esponenti della società civile. Tante infatti le adesioni che sono giunte al comitato, dalla redazione di Antimafia2000 al movimento delle Agende Rosse, dall’associazione “Falcone e Borsellino” a “Libertà e Giustizia” fino all’Anpi di Palermo.

“Vogliamo parlare di quella Costituzione che pensiamo debba vivere nelle azioni di chi si adopera in magistratura, in politica, e perfino nel mondo dell’informazione – dice sempre Cappellani – ma sarà anche un momento importante per questa città di dimostrare di non volere lasciare soli questi uomini che rischiano la vita ogni giorno per la verità e la giustizia in questo Paese”. L’evento dell’associazione “Liberi cittadini per la Costituzione” andrà in onda proprio mentre il premier Renzi interverrà al teatro di Santa Cecilia – sempre a Palermo – per sostenere il Sì al referendum costituzionale. Sabato mattina, invece, il presidente del consiglio interverrà al teatro Massimo per inaugurare l’anno accademico dell’Università di Palermo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Referendum costituzionale, Italia risponde al piccolo Matteo (Renzi). Lo spot di SI per il No

prev
Articolo Successivo

Matteo Renzi doveva rottamare il debito pubblico, sta rottamando il suo partito

next