Le difficoltà delle ultime settimane sembrano non aver avuto effetto. Nelle intenzioni di voto degli italiani resta ancora il primo partito, nonostante tutto. E in caso di ballottaggio, batterebbe il Partito Democratico. Secondo le analisi di Nando Pagnoncelli per il Corriere della Sera, il Movimento 5 Stelle rimane saldo al primo posto con il 30,3% dei consensi, davanti al Pd al 29,3%. Dietro, continuano a sgomitare le tre anime del centrodestra: Forza Italia guida con il 12,3%, davanti a Lega (12,1%) e Fratelli d’Italia (5,1%).

Se si andasse a votare con l’Italicum, ipotesi che si fa sempre meno salda con il passare delle settimane, al ballottaggio il M5S supererebbe il Pd 56,9% a 43,1%, in virtù del netto appoggio che verrebbe garantito ai grillini dagli elettori della Lega (60%-5%) e di FdI (65%-0%) e, ma in misura minore, di Forza Italia (40%-25%).

Il caos giunta a Roma e il caso Pizzarotti sembrano quindi non aver scalfito la credibilità di cui il Movimento gode presso i propri elettori: attutito il calo dei consensi registrato nelle ultime settimane, spiega Pagnoncelli, i grillini pagano al più una “flessione di immagine” presso i non elettori: “I delusi sono una minoranza e sono propensi ad astenersi. Al contrario, la maggioranza prende le difese del Movimento e dei propri leader”.

Sugli altri due fronti, l’elettorato del Partito Democratico resta coeso nonostante la divisione interna e la tensione continua tra maggioranza e minoranza, mentre il centrodestra paga l’attuale incapacità di elaborare una proposta politica condivisa e di individuare un leader capace di superare la frammentazione.

E il governo come sta? Ad apprezzare il suo operato è un terzo degli italiani (34%), contro il 60% che ne dà un giudizio negativo. Nel complesso l’indice di gradimento – calcolato, spiega Pagnoncelli, escludendo gli intervistati che non si esprimono – resta stabile a quota 36, come a inizio luglio. Così il 32% degli intervistati esprime apprezzamento sul premier Renzi, con un indice di gradimento pari a 34: un punto in meno rispetto al trimestre precedente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marino assolto, “Nessun rancore verso il M5s. Raggi? Non può chiedermi danni d’immagine, faccia come noi: valorizzi città”

next
Articolo Successivo

Marino assolto, sotto casa dell’ex sindaco festeggiano i ‘marziani’: “Virginia lassa perde, nun è per te”

next