Arriva alla sua decima edizione il Premio Comuni Virtuosi, una sorta di concorso in cui a vincere, alla fine, sono un po’ tutti.

Perché l’obiettivo vero, al di là delle targhe e dell’etichetta del comune più bravo dell’anno in fatto di politiche e azioni ambientali, è quello di far circolare le (tante) buone idee, garantendo alle sperimentazioni concrete in atto nel territorio italiano di diffondersi con il passaparola, dal basso.

Tutti i comuni italiani hanno pari dignità nell’ambire al ruolo di Comune più virtuoso di questo 2016. Le categorie del premio restano cinque: gestione del territorio, impronta ecologica, rifiuti, mobilità sostenibile, nuovi stili di vita.

A valutare le progettualità in gara sarà una giuria composta da giornalisti, docenti universitari, amministratori locali. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Parma, il prossimo 10 dicembre.

L’Associazione Comuni Virtuosi è a caccia di storie positive, esperienze concrete e di successo. Del resto è proprio grazie al premio se in questi anni siamo riusciti a “scovare” eccellenze come Ponte nelle Alpi, Mezzago, Camigliano, Corchiano, Cassinetta di Lugagnano, e tanti altri ancora.

L’ultima edizione fu vinta dal Comune di Seravezza (LU), grazie alla quantità e qualità dei progetti realizzati. Chi sarà il Comune più virtuoso d’Italia quest’anno? C’è tempo fino al 31 ottobre per scoprirlo.

Info e bando per partecipare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fertility Day: cara Lorenzin, anche l’inquinamento può causare infertilità

next
Articolo Successivo

Sorrento, sequestrato resort a consigliere regionale campano. Era paladina della lotta all’abusivismo edilizio

next