“Io sono sinceramente dispiaciuto per ciò che avviene a Roma, ma se la loro reazione contro di noi è stata superficiale, con un attacco talvolta vile, con l’insulto, la polemica demagogica, il messaggio ‘sono tutti uguali’, noi non dobbiamo scendere al loro livello. Noi non godiamo di disgrazie altrui: ci colpisce la doppia morale, ma dobbiamo andare nel merito”. Così dal palco della festa dell’Unità di Reggio Emilia, il premier Matteo Renzi, parlando delle vicende del Comune di Roma e del M5s. “Molti di voi vorrebbero parlare di politica, di quello che accade a Roma – continua -, anche se quello che succede a Roma non è politica e quindi non ne parliamo”. E ha aggiunto: “Da presidente del Consiglio confermo la disponibilità di lavorare con Virginia Raggi. Il fanatismo di chi non crede al compromesso è il fanatismo di chi non conosce la bellezza e la nobiltà del dialogo e del confronto”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, Grillo scherza con i cronisti: “Siete violenti”. Ma non rilascia dichiarazioni

next
Articolo Successivo

Renzi: ‘Niente ironia su Berlusconi e D’Alema, quando c’è l’amore bisogna avere rispetto’

next