La bufera in Campidoglio non si placa. Anche oggi Carla Romana Raineri torna a palazzo Senatorio per prendere le sue carte, ma non incontrerà Virginia Raggi. “Io mi sono dimessa, non è arrivata ancora la revoca. Un problema di legalità? Vi posso dire solo una cosa: un magistrato se ne va, poi racconterò tutto quando tornerò a Milano“. Dopo le dimissioni di Raineri, Minenna e Solidoro sono molti ad interrogarsi sulle ragioni della catena di dimissioni: “Non ci sono correnti, guerre fra bande, non c’è stato nessun effetto voluto, tutto parte dall’Anac, non da un organo di partito” spiega Enrico Stefano, consigliere M5s: “Marra? Non credo che sarà lui il sostituto della Raineri” e aggiunge: “Non è un problema di inesperienza, altre giunte hanno avuto gli stessi problemi, forse cinque dimissioni in un giorno sono un record, ma non controlliamo tutte le variabili, meglio adesso che fra sei mesi, la bufera in Atac è pretestuosa, gli attacchi dei vertici falsi” spiega ancora Stefano. “Se Rettigheri voleva colpire le clientele sindacali non c’era occasione d’ora che questa, una giunta 5 stelle, ricordo un post di Beppe Grillo contro i sindacati  che generò polemiche”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, prima giunta dopo le dimissioni. Raggi: “Diamo fastidio. Segnale già oggi”. Nominato amministratore unico di Atac

next
Articolo Successivo

Terremoto, a Milano consigliera FI inneggia a Mussolini su Facebook: “Vero patriota: viva il Duce”. Pd: “Dimissioni”

next