“Ieri gli uomini del Partito Radicale sono andati nelle carceri per portare la loro vicinanza ai detenuti. Io invece ho indossato la maglietta donatami dagli uomini della polizia di Stato, perché c’è chi si occupa tanto di detenuti, delinquenti, migranti, mentre io preferirei occuparmi di chi indossa una divisa, dei rappresentanti delle forze dell’ordine”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, risponde su Facebook alle polemiche sulla t-shirt della Polizia, da lui indossata ieri al comizio di Ponte Di Legno. Il segretario del Carroccio attacca “la sinistra radical chic e classista” di Capalbio, il sito di Repubblica e i suoi commentatori. E ringrazia gli spettatori dell’evento di ieri sera: “Eravate 4mila, alla faccia dei gufi”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lega, sindacati di polizia contro Salvini: “Intollerabile il comizio con la nostra maglietta, ennesimo atto provocatorio”

next
Articolo Successivo

Sulla sinistra ha ragione Bertinotti

next