“Tutti in strada”. E i turchi hanno obbedito al loro presidente Erdogan. Sui ponti del Bosforo, dove erano schierati i tank, nelle piazze e nelle strade. Anche per questa resistenza civile è fallito il colpo di stato dei militari. Sono molte le immagini simbolo dei cittadini contro i soldati.

Alcuni dei militari arrestati dopo essersi arresi hanno poi detto, durante gli interrogatori, che non erano coscienti di stare partecipando ad un colpo di Stato, in quanto i loro comandanti avevano parlato di “un’esercitazione”. Alcuni soldati hanno affermato di aver capito che si trattava di un golpe, quando hanno visto i civili tentare di arrampicarsi sui carri armati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tentato golpe in Turchia, soldato rischia il linciaggio: poliziotto lo salva dalla folla

prev
Articolo Successivo

Attentato Nizza, Anonymous lancia la sfida ai terroristi: “Non perdoniamo”

next