Dopo il blitz di ieri a Tor Bella Monaca per il caso dei topi, oggi la sindaca di Roma, Virginia Raggi, è andata a sorpresa nell’impianto di Tmb di Rocca Cencia, in provincia di Roma, che serve il quadrante est della città ed è preposto alla gestione dei rifiuti e alla logistica dei servizi di raccolta. La prima cittadina, insieme all’assessora all’Ambiente Paola Muraro, ha fatto un sopralluogo – in diretta su Facebook – per verificare le condizioni dell’impianto dove avviene la lavorazione del rifiuto indifferenziato da trasformare in Cdr e, in una seconda struttura, la separazione dei contenitori di vetro, plastica e metalli da avviare alla filiera del recupero. “Condizioni pessime, fa caldissimo, un odore che lasciamo perdere, condizioni di lavoro pessime, sono senza parole. Questo è un impianto folle”, ha detto la Raggi. Che ha aggiunto: “Qui si vede come la spazzatura viene differenziata. Gli stessi operatori ci dicono che è un impianto inutile, dovremo intervenire anche su questo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Renzi a Milano: “Equitalia, addio entro il 2016. Raggi? Lasciatela lavorare”. Premier contestato, scontri con la polizia

prev
Articolo Successivo

Expo, momento amarcord per Renzi: “Un successo alla faccia dei profeti del malaugurio”. Ma tace sulle infiltrazioni della mafia

next