Sono stati fermati dalla polizia gli autori dei due tentati omicidi avvenuti la sera di domenica 3 luglio nei pressi della discoteca Lime Light, a Milano. Sono entrambi originari di El Salvador e appartengono alla gang sudamericana Ms13. In manette Antonio Omar Velasquez detto “Chukino”, 20enne irregolare con precedenti per rissa e porto abusivo di arma bianca e Arturo Mauricio Sanchez Soriano detto “Peludo”, 21enne regolare con gli stessi precedenti dell’altro.
Velasquez è accusato di essere l’autore dell’aggressione avvenuta in via Castelbarco nei confronti di un 22enne salvadoregno ritenuto erroneamente membro di un’altra gang. Dopo averlo ferito alla gola con un taglierino, è scappato su un’auto assieme a una piccola parte del gruppo di venti sudamericani che aveva provato invano a entrare in discoteca. Uno dei due fermati è anche accusato del tentato omicidio, la stessa sera, di un albanese colpito da una coltellata al cuore sul tram 15

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Papa Francesco, nuovo portavoce in Vaticano: Greg Burke subentra a padre Lombardi

next
Articolo Successivo

Sicilia, è emergenza rifiuti nei comuni Sindaci protestano a palazzo d’Orleans “La responsabilità è di Crocetta”

next