A Castel Volturno (Caserta) è stato aperto il primo lido balneare LGBT della Campania. Si chiama “Colorata beach”, qui gli eterosessuali dalla mentalità chiusa non sono ben accetti.
“Ancora oggi, nel 2016, nonostante l’approvazione delle unioni civili, continuiamo a sentirci a disagio se ci abbracciamo o baciamo in pubblico – ci dice la maggior parte degli intervistati – sino a ieri dovevamo nasconderci in spiagge isolate, ora possiamo prendere il sole su un lido attrezzato”. “Le cose stanno cambiando – ci ha detto Antonio, un gay di 45 anni in spiaggia con il suo compagno – ma non sono ancora cambiate”. “Colorata beach rappresenta un primo passo importante perché Napoli e la Campania possano diventare uno dei punti di riferimento del turismo Lgbt nazionale ed internazionale – ha scritto in una nota il presidente Arcigay Napoli Antonello Sannino – ed è un un ulteriore luogo di libertà e civiltà”  di Veronica Bencivenga e Fabio Capasso

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Femminicidi, Boldrini: “Uomini diventate femministi. Al più presto fondi per i centri antiviolenza”

next
Articolo Successivo

I migranti pagano la pensione a 620mila italiani

next