Sgominata una banda criminale specializzata in rapine in farmacie e sale gioco, armati di pistola e raschietto da muratore. Agivano a volto coperto e con particolare violenza. La banda è stata individuata dagli investigatori dopo una serie di riscontri fatti con le immagini delle telecamere di sorveglianza e le testimonianze delle vittime. I rapinatori colpivano nell’ora di chiusura, per avere più incasso possibile. Il farmacista veniva minacciato e a volte fatto inginocchiare con la pistola puntata alla testa, sotto gli occhi dei clienti a loro volta rapinati. Il volto era coperto con un passamontagna, per non essere riconoscibili. Poi, una volta ottenuti i soldi, fuggivano. Una lieve andatura zoppicante di uno dei tre rapinatori e l’analisi dei filmati di videosorveglianza installate nelle farmacie hanno permesso agli inquirenti di identificare l’intero gruppo d’assalto. I carabinieri hanno fermato la furia degli assalitori delle farmacie, arrestando tre rapinatori, ai quali sono da attribuire almeno tre rapine, anche se i militari e gli agenti stanno indagando per capire se altre rapine avvenute con le stesse modalità siano da ricondurre a loro

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Falsa pediatra a Roma, l’avvocato Nigro: “Non aveva neanche una laurea specifica per la professione medica”

next
Articolo Successivo

Vasco Rossi a Bari, pentito: “Clan ha imposto pizzo ai parcheggiatori e ai paninari al concerto del San Nicola”

next