Viviamo ormai immersi in un campo elettromagnetico continuo tra telefoni cordless, cellulari, reti internet wi-fi ed elettrodomestici iper-evoluti. Ma cosa sappiamo delle onde elettromagnetiche e del loro impatto sulla salute umana?

Le grandi multinazionali delle telecomunicazioni, tra gestori di rete e produttori di apparati, sono tra i più grandi investitori pubblicitari dei media e sono rari gli studi indipendenti sulla reale incidenza dell’elettromagnetismo sugli esseri umani.

Perché se ne parla così poco? Quanto sono dannose per la salute dell’uomo queste onde? Proviamo a capirne di più assieme al dottor Giuseppe Miserotti, medico di famiglia vice-presidente Isde Italia Nord (Emilia Romagna) ai microfoni di FQ Radio.

PODCAST: http://goo.gl/oegY98

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Consumo di suolo: cari sindaci neoeletti, ora l’obiettivo è lo zero

next
Articolo Successivo

Rifiuti, Roma Livorno e le altre: perché le aziende non funzionano (quasi) mai. Mafia, parentopoli e gare opache

next