Erasmus, Gran Bretagna fuori dal progetto o tra le “eccezioni”? – Tra le mete più quotate e ambite dei giovani studenti universitari europei che decidono di usufruire del Progetto Erasmus, che prevede un periodo di studio riconosciuto in un’università straniera di un Paese membro dell’Ue, c’è proprio la Gran Bretagna. Terra dalle mille opportunità dove imparare o migliorare il proprio inglese e gettare le basi per una futura esperienza professionale, il Regno Unito rischia di non poter più far parte del progetto, perché è previsto che i Paesi a disposizione dello studente facciano parte del circuito dell’Unione. Anzi, secondo Mario Panizza, rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, è cosa certa. “La Brexit – ha detto – è un danno concreto e d’immagine per tutti gli studenti universitari d’Europa. La generazione Erasmus, nata e cresciuta in Europa, ora vedrà venir meno la sua componente inglese. Un vero peccato”. A far vivere le speranze di chi desidera di vivere il proprio Erasmus in Uk ci sono, però, le eccezioni alle quali l’Ue si è aperta negli anni, come Liechtenstein, Islanda, Norvegia e Turchia. Opzione di riserva: l’Irlanda.