E’ iniziata alle nove del mattino la prima giornata di impegni istituzionali per la neoeletta Virginia Raggi, nuovo sindaco di Roma. Il primo appuntamento, dove la Raggi ha fatto il suo primo intervento pubblico, è con la commemorazione del magistrato ucciso dai Nar nel 1980, Mario Amato. Poi, secondo il cerimoniale di insediamento del nuovo primo cittadino, tocca all’Altare della Patria, con l’assalto di curiosi e fotografi. Alle 11:45 ha preso parte alla deposizione di una corona presso la targa che ricorda i caduti per la difesa di Roma tra l’8 e il 10 settembre 1943 insieme ai partigiani dell’Anpi, che le hanno chiesto l’impegno di incontrarla nuovamente. A mezzogiorno è al Mausoleo delle Fosse Ardeatine. Infine, alle 13:15, è al Tempio ebraico di Roma, per la deposizione di un’altra corona. Nel pomeriggio la aspetta l’ingresso in Campidoglio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s, riunione dei sindaci senza Pizzarotti. Fico: “L’espulsione? Non c’è un termine”

prev
Articolo Successivo

Pd, Speranza: “Abbiamo votato per togliere l’Imu ai miliardari. Ora diremo no alle cose che non ci convincono”

next