Lo sgombero del campo di Idomeni (al confine tra Grecia e Macedonia) non risolve il problema dell’accoglienza dei profughi. Degli ottomila cacciati dal confine greco-macedone buona parte hanno trovato rifugio nei campi allestiti dal governo greco e dati in gestione all’esercito. Giornalisti e volontari non possono entrare e le ong che hanno accesso si lamentano delle precarie condizioni in cui vivono i richiedenti asilo. Però almeno migliaia di siriani hanno preferito cercare rifugio in accampamenti informali nell’area di confine. Buona parte di questi sono stazioni di servizio, come quella di Polykastro dove vivono duemila persone. Tutte con una sola speranza: partire per la Germania

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Iran, le ambizioni egemoniche e l’atomica

prev
Articolo Successivo

Russia, saltano dal quinto piano per scappare dalle fiamme: salvati dai passanti

next