Al grido di ‘Baroni del mondo, abbiam toccato il fondo’ e sotto lo slogan ‘Le persone prima dei profitti‘, migliaia di persone (gli organizzatori parlano di 30mila) stanno partecipando alla manifestazione ‘Stop Ttip‘ che è partita in piazza della Repubblica a Roma. Al corteo contro il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti sono arrivati da più parti d’Italia. Come le due donne che raccontano ai nostri microfoni di essere venute dal Veneto e dalla Puglia. Oltre ai comitati ‘Stop Ttip’, tantissime associazioni, movimenti e organizzazioni sindacali. Non sono mancate le accuse al governo. “Il governo Renzi è il più incredibilmente allineato all’accordo Ttip – ha detto Marco Bersani, tra i coordinatori della campagna “Stop-Ttip” – e ha un’idea di economia e di società totalmente obsoleta e antiquata”. “E’ ora di una posizione chiara del nostro governo”, ha detto Federica Ferrario, responsabile Campagna Agricoltura Sostenibile e Progetti Speciali di Greenpeace. (Noemi La Barbera/alaNEWS)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brennero, black block e anarchici in corteo: si scagliano contro la stampa

next
Articolo Successivo

Arena Verona, Anac censura il conflitto di interessi dell’ormai ex sovrintentente Girondini

next