Al grido di ‘Baroni del mondo, abbiam toccato il fondo’ e sotto lo slogan ‘Le persone prima dei profitti‘, migliaia di persone (gli organizzatori parlano di 30mila) stanno partecipando alla manifestazione ‘Stop Ttip‘ che è partita in piazza della Repubblica a Roma. Al corteo contro il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti sono arrivati da più parti d’Italia. Come le due donne che raccontano ai nostri microfoni di essere venute dal Veneto e dalla Puglia. Oltre ai comitati ‘Stop Ttip’, tantissime associazioni, movimenti e organizzazioni sindacali. Non sono mancate le accuse al governo. “Il governo Renzi è il più incredibilmente allineato all’accordo Ttip – ha detto Marco Bersani, tra i coordinatori della campagna “Stop-Ttip” – e ha un’idea di economia e di società totalmente obsoleta e antiquata”. “E’ ora di una posizione chiara del nostro governo”, ha detto Federica Ferrario, responsabile Campagna Agricoltura Sostenibile e Progetti Speciali di Greenpeace. (Noemi La Barbera/alaNEWS)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brennero, black block e anarchici in corteo: si scagliano contro la stampa

next
Articolo Successivo

Arena Verona, Anac censura il conflitto di interessi dell’ormai ex sovrintentente Girondini

next