Il presidente del Consiglio Matteo Renzi è stato contestato al suo arrivo al Teatro Niccolini di Firenze da un gruppo di risparmiatori truffati dalle banche. “Buffone” e “Pinocchio” hanno urlato i manifestanti a Renzi, esponendo diversi cartelli contro il governo e le banche, fra cui “Noi siamo risparmiatori, non giocatori d’azzardo, voi ladri”, “Rimborsi all’80%. Ancora una volta truffati“. Le vittime delle banche hanno chiesto di incontrare il premier in riferimento alla vicenda delle 4 banche in crisi (Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara, CariChieti) e ai rimborsi automatici fino all’80% decisi dal governo. Il premier, durante il suo intervento nel teatro, ha replicato: “Ad accogliermi ho trovato alcuni che protestavano, benvenuti anche a loro. Non ho visto il Bargellini (leader del Movimento di lotta per la casa a Firenze, ndr), forse si è svegliato tardi”
(video tratto dalla pagina Facebook Fabio Massimo Castaldo)


Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Banche, Renzi: “Siamo della loro lobby? Al massimo potrei fare quella dei boy scout”

next
Articolo Successivo

Ttip, la Commissione europea difende i nostri interessi?

next