Un’esplosione del seminterrato che ha provocato un incendio e ucciso un uomo. Era uno dei dipendenti del Bar Ciampini, nel centro storico di Roma, andato in fiamme questa mattina. All’origine dell’incidente ci sarebbe un cortociruito o una fuga di gas. Pare che le fiamme si siano sprigionate dal seminterrato dove si trovano celle frigo e un laboratorio. I clienti, seduti sotto i gazebo all’aperto del locale, appena sentita l’esplosione si sono allontanati dal locale di piazza San Lorenzo in Lucina. La vittima, rimasta intossicata dal fumo sprigionatosi dall’incendio mentre si trovava nel locale seminterrato, è stata poi soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata all’ospedale Santo Spirito, dove è deceduta. Secondo quanto si apprende si tratterebbe di un cameriere di nazionalità straniera.

“Esplosione fumo e tanta paura al noto bar Ciampini piazza San Lorenzo in Lucina. Carabinieri intervenuti dopo 3 secondi. Ora pompieri”, ha scritto su Twitter l’avvocato ed ex deputata Giulia Bongiorno, testimone dell’incidente, che su Twitter ha postato in tempo reale gli aggiornamenti sui soccorsi. La penalista ha parlato di una signora “estratta dai locali del bar priva di sensi” e, pur elogiando i vigili del fuoco, ha criticato i tempi di attesa. “Pompieri coraggiosissimi – ha scritto – ma quando ho chiamato mi han fatto interrogatorio passandomi due persone. Perché perdere tutto questo tempo??”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, assessore contro auto in divieto di sosta: imbratta vettura con vernice

next
Articolo Successivo

Ilaria Alpi, il teste chiave dichiarò il falso sull’omicidio in Somalia perché fu pagato. Anche dal ministero dell’Interno italiano

next