Aveva pubblicato sui social network materiale di propaganda a favore del Pkk curdo. Con questa accusa, sabato sera, una cittadina italiana è stata fermata dalla polizia turca in un internet café di Istanbul, dove il Pkk è considerata un’organizzazione terroristica. La notizia è stata confermata all’agenzia Ansa da fonti consolari. La ragazza fermata si chiama Giovanna Lanzavecchia, è di Milano e ha 24 anni: si trova in un centro di detenzione per stranieri a Istanbul, in attesa di espulsione. La donna era giunta in Turchia da pochi giorni e alloggiava in un albergo di Sultanahmet. Le autorità consolari italiane stanno seguendo il caso. Secondo media turchi vicini ad ambienti governativi, è accusata tra l’altro di aver pubblicato foto di combattenti armati del Pkk. Oggi si celebra il Newroz, il capodanno curdo che rappresenta la ricorrenza più importante per la comunità. I festeggiamenti sono stati vietati in quasi tutta la Turchia – comprese Istanbul e Ankara – tranne che a Diyarbakir, la principale città curda nel sud-est.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Salah Abdeslam dopo arresto: “Contento che sia finita. Non ne potevo più”. Trovati detonatori nel covo di Molenbeek

next
Articolo Successivo

Turchia, terroristi Isis progettavano attacco come Parigi allo stadio di Istanbul durante Galatasaray-Fenerbahce

next