“Mai detto che avremmo votato l’emendamento Marcucci al ddl sulle unioni civili – sostiene Alberto Airola, senatore M5S – Abbiamo comunicato che eravamo pronti a valutare tutte le opzioni in caso di un ostruzionismo becero”. Secondo il senatore, la bontà delle posizioni del Movimento 5 Stelle trova riscontro nella decisione di Piero Grasso di giudicare inammissibile il canguro con solo 500 emendamenti. Il parlamentare conferma che in Senato c’è “un’autostrada per votare il ddl in maniera palese”, poi la stoccata a Matteo Renzi che invece ha voluto e ottenuto il voto sul maxiemendamento con lo stralcio della stepchild adoption: “Nessuna fiducia a un diabolico dittatore che non lascia lavorare il Parlamento” di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Unioni civili, verdiniani pronti a entrare in maggioranza, Barani: “Consapevoli della nostra forza”

next
Articolo Successivo

Unioni civili, Zanda: “Su adozioni faremo ddl ad hoc. Pd è pronto. M5S? Irresponsabili”

next