Sette anni e tre mesi di carcere e 2 milioni di multa. E’ richiesta formulata dalla pubblica accusa per Salvatore e Jonella Ligresti al processo Fonsai ripreso martedì a Torino. Il pm Marco Gianoglio ha anche chiesto sei anni e otto mesi più una multa di 1,6 milioni di euro per Fausto Marchionni, ex amministratore delegato della compagnia, sei anni e due mesi con sanzione da 1,3 milioni per Antonio Talarico, vicepresidente, e tre anni e sei mesi per Ambrogio Virgilio e Riccardo Ottaviano, revisore e attuario. Gli imputati sono accusati di falso in bilancio e manipolazione del mercato. La richiesta di condanna ha riguardato anche i due ex revisori di Fondiaria-Sai, Riccardo Ottaviani e Ambrogio Virgilio della Reconta Ernst&Young, accusati di concorso in falso in bilancio, per i quali sono stati chiesti rispettivamente tre anni e sei mesi ciascuno. “Il fatto è di una gravità eccezionale”, ha affermato il magistrato concludendo la sua requisitoria fiume.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Disagio economico, Confcommercio: “Il Misery Index su a 19,2 punti. Aumentano italiani che non cercano più lavoro”

prev
Articolo Successivo

Evasione, Equitalia: “Su 1.058 miliardi di crediti solo il 5% può essere riscosso. Ganasce fiscali sospese a chi paga a rate”

next