A Roma si coprono le nudità di marmo. A Parigi le militanti femministe espongono il proprio corpo in segno di protesta. Nel mirino delle Femen è finito il presidente Rohani e la pena di morte iraniana. Una attivista è rimasta per qualche minuto appesa a petto nudo ad una fune sotto ad un grande striscione con la scritta “benvenuto Rohani, boia della libertà

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Family Day, Toti: “Gonfalone Liguria a Roma? La Costituzione tutela la famiglia”

prev
Articolo Successivo

Family Day, Ikea pro unioni civili: “Celebriamo con un bacio l’idea di una famiglia aperta a tutti”

next