A Roma si coprono le nudità di marmo. A Parigi le militanti femministe espongono il proprio corpo in segno di protesta. Nel mirino delle Femen è finito il presidente Rohani e la pena di morte iraniana. Una attivista è rimasta per qualche minuto appesa a petto nudo ad una fune sotto ad un grande striscione con la scritta “benvenuto Rohani, boia della libertà

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Family Day, Toti: “Gonfalone Liguria a Roma? La Costituzione tutela la famiglia”

next
Articolo Successivo

Family Day, Ikea pro unioni civili: “Celebriamo con un bacio l’idea di una famiglia aperta a tutti”

next