I parlamentari Luigi Di Maio, Brando Benifei e Anna Ascani. Ma anche i consulenti Giulia Pastorella, Jacopo Mele e Leonardo Quattrucci. Sono questi gli italiani nella classifica dei 30 under 30 più influenti d’Europa (settore “policy” ovvero politica e istituzioni) stilata dalla rivista Forbes. A scegliere i migliori sono stati tre giudici: il giornalista di Politico Europe Matthew Kaminski, il professore della Sorbona Fabrice D’Almeina e il professore della Luiss Roberto D’Alimonte.

Tra gli influenti ci sono tre parlamentari. C’è la deputata Pd Anna Ascani: presidente dell’intergruppo Giovani parlamentari, è da qualche tempo tra le figure del cerchio magico di Matteo Renzi. In passato molto vicina a Enrico Letta, negli ultimi tempi è nella corrente renziana a tutti gli effetti. Aspirante professoressa di filosofia, è stata tra le delegate per trattare con i sindacati all’epoca della riforma della Buona scuola. Nella lista compare poi l’europarlamentare Brando Benifei: nato a La Spezia, ha ricoperto varie cariche per i Giovani democratici fino a sfidare il poi segretario vincitore Fausto Raciti nel 2012. E’ stato anche vicepresidente della federazione europea dei giovani socialisti. Tra i politici c’è infine Luigi Di Maio: vicepresidente della Camera e principale esponente del Movimento 5 Stelle, è visto da molti come il più probabile candidato presidente del Consiglio M5s. Da quando Grillo ha annunciato di essere un po’ “stanchino” è ha fatto un passo indietro, è tra i volti più istituzionali che Casaleggio manda in televisione e ai comizi. Lui nega di essere stato investito come leader, ma di fatto gestisce i rapporti con tutte le forze politiche all’interno e all’esterno del gruppo.

Non ci sono però solo politici italiani. Nella classifica delle eccellenze compaiono anche: Jacopo Mele, cofondatore della fondazione Homo Ex Machina Onlus e consulente; Giulia Pastorella, capo relazione con il governo per Hp e dottoranda alla London School of Economics; Leonardo Quattrinucci, consulente politico per la commissione Europea.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Renzi: “L’Italia sta tornando, se ne faccia una ragione chi ci vorrebbe marginali”

next
Articolo Successivo

Primarie Milano 2016: un’analisi psicologica dei candidati

next