Il Leicester City vince 2-1 contro il Chelsea e rimane in vetta alla Premier League con due punti in più dell’Arsenal e tre sul Manchester City. Nel Monday night, posticipo della sedicesima giornata di campionato, il team di Claudio Ranieri ha dimostrato ancora una volta di essere in un ottimo stato di forma. Atletismo, solidità di squadra, pressing asfissiante a tutto campo sono stati gli ingredienti per il successo. I Blues sono stati superati dalle reti dei soliti Jamie Vardy e Riyad Mahrez, tra i principali marcatori del torneo inglese rispettivamente con 15 e 11 gol.

I Foxes sono passati in vantaggio al 34′ con un tocco morbido di prima intenzione del bomber Vardy su cross dalla destra a rientrare del talentuoso Maherz. Il Leicester raddoppia al terzo minuto in avvio di ripresa con una bella conclusione dell’esterno mancino franco-algerino, una delle principali rivelazioni della Premier. La squadra di Josè Mourinho si getta in attacco e sfiorano in un paio di situazioni il 2-1, che arriva solo al 32′ del secondo tempo con un colpo di testa del neoentrato Loic Remy su assist di Pedro.

Nel finale di partita il Leicester resiste e al triplice fischio Ranieri può esultare. “Ai miei giocatori ho chiesto altri cinque punti per la salvezza, l’obiettivo resta quello. Poi magari possiamo cambiare target, ma possiamo ancora migliorare. E’ un momento magico per il club, voglio continuare a sognare con i tifosi, non voglio svegliarmi”, ha commentato il tecnico italiano. Mourinho invece perde l’ennesima partita e resta a un solo punto dalla zona retrocessione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Armando Picchi, Milano e Radio Popolare celebrano il capitano dell’Inter più bella

prev
Articolo Successivo

Coppa Italia, Alessandria nella storia. Dopo 30 anni una squadra di Lega Pro ai quarti di finale. Genoa eliminato – Video

next