Dopo che abbiamo pubblicato i filmati della procura di Brescia su quello che succedeva nel macello degli orrori di Ghedi, centinaia di migliaia di voi hanno guardato le immagini e hanno condiviso la propria indignazione.

Il caso Italcarni è stato oggetto di interrogazioni e interventi in aula da parte di parlamentari, i cittadini di Ghedi sono scesi in piazza contro le frasi infelici del sindaco, cognato del proprietario del macello, che cercava di sminuire le torture che venivano inflitte agli animali, e domenica l’inchiesta lanciata da Servizio Pubblico e Fatto Quotidiano è finita su Rai Uno a L’Arena di Giletti.

Ora che il macello Italcarni è diventato un caso nazionale, è tempo di ottenere risposte a domande che riguardano tutti noi: si tratta di un caso isolato? Quali sono i trattamenti inflitti agli animali prima che vengano macellati? E qual è lo stato della salubrità della carne?

Ho chiesto una mano a Change.org per farci sentire da colei che potrebbe fare chiarezza aprendo una commissione d’inchiesta sui macelli italiani, la ministra Beatrice Lorenzin. Leggi la petizione cliccando qui e firma anche tu se vuoi dire basta ai macelli dell’orrore!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Asti, lo Stato pronto a ‘patteggiare’ per due detenuti torturati

next
Articolo Successivo

Pedofilia: toh, Daniele Bosio era innocente

next