Fin dal momento della sua costruzione, nel 2006, la Beetham Tower di Manchester, un grattacielo alto 169 metri, nei giorni molto ventosi ha sempre emesso uno strano rumore, simile ad un fischio. Tant’è che lo stesso architetto, che vive in un appartamento degli ultimi piani della Beetham Tower, nel 2012 si è dovuto scusare pubblicamente per questo inconveniente. La costruzione, che è costata 150 milioni di sterline, ha subito negli anni diverse modifiche proprio per ovviare a questo problema. Ritocchi che, tuttavia, non hanno risolto il problema

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manchester, le raffiche di vento a 60 miglia orarie rimandano l’atterraggio di un Airbus A320

next
Articolo Successivo

Isis e la teoria del male minore

next