Il Tribunale dei Minori di Palermo ha condannato a dieci anni di carcere, cinque in meno della richiesta della Procura, il minorenne accusato di avere ucciso con un calcio in testa il medico Aldo Naro, durante una rissa scoppiata in discoteca nel febbraio scorso. L’accusa è rappresentata dai pm Caterina Bartolozzi e Maria Grazia Puliatti.

L’imputato aveva 17 anni quando provocò la morte per emorragia cerebrale di Naro e faceva il buttafuori del locale notturno Goa del capoluogo siciliano, dopo essere stato reclutato nel quartiere dello Zen. Venne arrestato quattro giorni dopo il delitto, quando – accompagnato dai familiari – si costituì al carcere minorile Malaspina di Palermo.

“E’ il primo caso in Italia, e lo posso documentare – dice Maurizio Di Marco, il legale dell’imputato – in cui viene condannata una persona per omicidio volontario per una rissa senza armi. Ci sono dodici sentenze della Cassazione che sostengono la mia tesi. Il giudice ha invece accolto le ragioni dell’accusa, secondo le quali il calcio, essendo stato sferrato a un organo vitale, può configurare la volontarietà”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

No al Ponte sullo Stretto, la lezione di Franco Nisticò

next
Articolo Successivo

Ruby ter, chiesto rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi e altri 30. Fi contro pm: “Si occupano di lui invece di terrorismo”

next